Giardinoweb

Buongiorno cari amici da Andrea.

Per realizzare un angolo verde che sia splendido, attuale, ma anche a bassa manutenzione, punta tutto sulle piante grasse.



 No, non hai davvero scuse: se anche fossi il pollice nero più famigerato del globo, tenere un angolo verde in casa è possibile anche per te! Come? Basta creare il tuo piccolo giardino succulento! Puntare sulle piante grasse, infatti, ha un sacco di vantaggi.

Tanto per cominciare, hanno un fascino esotico pazzesco e colpiscono a colpo d'occhio. E poi sono quasi autosufficienti: per prendersene cura non serve avere molta dimestichezza con le piante e necessitano di poca manutenzione. Basta, infatti, innaffiarle con cadenza settimanale in estate ogni cinque o sei settimane durante l'inverno, avendo cura di bagnare solo il terreno e mai la pianta.

Allora cosa aspetti a scegliere la tua preferita? Dai un'occhiata qua sotto e poi corri a costruire la tua piccola oasi verde.

Echeveria

Tante specie

Le piante grasse presenti nel mondo sono veramente tante, molte originarie del Messico e del Sudafrica.

L'Echinopsis pachanoi  ad esempio meglio noto come il cactus San Pedro, è un elegante cactus dalla forma fallica originaria del Perù, della Bolivia e dell' Equador dove veniva utilizzato in riti mistici.

Tra le piante grasse più amate c'è sicuramente l'Echeveria, dalla caratteristica forma floreale che si presta bene a essere coltivata in vaso. Tra le rose di terra, c'è anche l'Aeonium, originario del Nord Africa e delle Canarie, che si caratterizza per il colore verde e rosato e per le sue foglie carnose.

Senza dimenticare l'Ecchinocactus, dall'elegante forma sferica.

Dove tenerle?

Ora non resta che trovare la collocazione ideale. Sono belle, decorative e hanno colori sgargianti, per questo le piante grasse si prestano bene ad arredare sia spazi interni, in appartamenti più o meno ampi, sia spazi esterni, come giardini, terrazze e aiuole.

La scelta è tra molteplici specie, spesso con caratteristiche estetiche molto diverse, ma la manutenzione, in realtà, è pressoché simile tra una pianta e l'altra. Insomma, le piante grasse hanno tutte più o meno le stesse necessità.

In linea di massima vivono sicuramente meglio in pieno sole, quindi l'ideale tenerle sul balcone piuttosto che in casa, mentre la temperatura non deve mai essere inferiore ai 15°. Se non hai spazi esterni, allora è preferibile mettere i vasi vicino a finestre o davanzali, così da assicurare alla pianta la giusta quantità di luce.

Aeonium

 

 Visita la pagina Instagram e il canale YouTube  di GIARDINOWEB.

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.