Giardinoweb

Noto per le virtù gastronomiche, l'origano (Origanum vulgare) è una pianta perenne, rustica, spontanea in Italia; dà i migliori risultati nelle zone a clima mite, dove sviluppa un aroma più intenso rispetto a quelle fredde. Presenta fusti lignificati alla base ed erbacei in alto, con rami pelosi e foglioline ovali, di color verde grigiastro. I piccoli fiori, raccolti in pannocchie apicali bianco- rosa o rosa- porpora, sbocciano e nell'estate. La varietà "Aureum", meno vigorosa, è interessante anche dal punto di vista ornamentale per le foglie giallo- oro e la fioritura estiva di color rosa malva.

L'origano

L'origano richiede un terreno ben drenato(anche povero) e una posizione soleggiata (per la varietà dorata è meglio l'ombra leggera, perché il sole può bruciarne le foglie). Va messo a dimora in maggio, a gruppi di 3 - 5 esemplari, distanziare di 15- 30 cm l'uno dall'altro (occorre garantire uno spazio sufficiente affinché possa espandere liberamente la ricca chioma). Se la piantagione viene effettuata negli interstizi di muri e pavimentazioni, occorre eliminare un pò della terra presente nelle fessure sostituirla con terriccio fresco. In genere, è consigliabile innaffiare concimare con parsimonia rovescia solo in caso di prolungata siccità, il primo anno l'apporto idrico sarà più cospicuo e regolare. Nelle zone a clima rigido, si procederà alla coltivazione in vaso. Per disporre anche in inverno di questa pianta aromatica, in agosto si prelevano talee di 7- 8 cm dai germogli laterali e si piantano in cassone con miscuglio di torba e sabbia. Quando avranno radicato, si trasferiranno in vasi di 8- 10 cm e si coltivano in cassone, tenendo presente che la temperatura non deve scendere sotto i 10°C

Origano

 Vi invito come sempre a visitare la nostra pagina Instagram e nostro canale youtube  di GIARDINOWEB.

by:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *