Giardinoweb

Buongiorno cari amici da Andrea

Esistono varie specie di Iris da giardino, da quelle alte e perenni da aiuola a quelle nane da roccia, ma se le prime richiedono una manutenzione piuttosto difficoltosa  le seconde tendono ad avere una vita breve su qualunque terreno che non sia leggero e gessoso gessoso.


Le piante di Iris olandesi a fioritura estiva, invece, si adattano molto meglio e regalano una gamma cromatica vibrante estremamente varia, dal bronzo al blu-argento, al rosso scuro, al porpora, al bianco, senza occupare molto spazio nell'aiuola.

Superano di poco i 60 cm e, anche dopo qualche anno, arrivano a formare un cespo non più alto di 30 cm.

I fiori in sé, sono semplicemente mozzafiato: il sogno di ogni fotografo.

Molte varietà hanno petali superiori e inferiori di colore contrastante (blu Marino e bronzo, per esempio, o malva e Borgogna), con il suggestivo completamento di un centro giallo brillante.

L'aspetto è dunque esotico, ma queste piante sono tra le più facili da gestire e totalmente rustiche; disponetele a gruppi in un luogo soleggiato, tra settembre-ottobre, a circa 15 cm di profondità e a una distanza simile l'una dall'altra.

Aggiungete uno strato di ghiaia da giardinaggio alla base della buca e spargete un pò di fertilizzante all'interno.

In condizioni climatiche miti, le foglie erbiformi possono comparire prima della fine dell'inverno, ma i fiori seguiranno solo verso fine maggio o giugno.

Iris

Dopo la fioritura, eliminate i fiori appassiti, ma lasciate il fogliame finché non è seccato completamente.

In tarda estate, quando le foglie sono ancora verdi, potete dare alla pianta del nutrimento liquido, per energizzare la resa dell'anno successivo.

Considerato il fatto che ritorneranno più grandi e più belli un anno dopo l'altro, queste piante di Iris hanno un ottimo rapporto qualità prezzo.

Le confezioni di bulbi sono in genere piuttosto economiche, secondo le varietà contenute, con le bicolori che tendono a costare più di quelle semplici, porpora, gialle o bianche.

Questi fiori prediligono un terreno sufficientemente drenato, in pieno sole. La fioritura si avrà da metà maggio, fino a metà luglio.

I fiori sono bellissimi, simili a opere d'arte, hanno bisogno di una bassa manutenzione, e ogni anno che passa sono sempre più grandi e belli.

iris

Vuoi saperne di più?

Il glicine può essere considerato, pur nella sua rusticità e adattabilità, una pianta difficile. Non ama essere trapiantata e, una volta messa a dimora, non dobbiamo spostar-
la, pena l’arresto della crescita.

Il problema è che le sue radici sono tanto forti da smuovere qualsiasi pavimentazione; va dunque messa lontano dall’abitazione e da costruzioni di qualsiasi tipo.

In secondo luogo richiede due potature all’anno, una invernale, fondamentale per indirizzare la linfa verso i rami “portanti”, e una estiva, di contenimento e irrobustimento.

Niente di trascendentale, ma certa- mente da affrontare con la dovuta attenzione.

 Visita la nostra pagina Instagram e nostro canale youtube  di GIARDINOWEB.

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.