Giardinoweb

Buongiorno cari amici da Andrea.

Gli dei la consideravano la regina dei banchetti e della vendemmia. Rossa, rosata, bianca o nera l’uva, fin dall’antichità, simboleggia ricchezza e prosperità sulle tavole ed è tra i più frequenti portafortuna di fine anno. Quando si trasforma in vino, poi, racconta, attraverso la ricchezza di varietà, una terra e un paesaggio, mentre nella buccia dei suoi acini e delle foglie racchiude tante proprietà utili alla pelle e all’organismo.


 

Se per gli antichi Romani la cura dell’uva rappresentava un metodo efficace per depurare il corpo, in cosmesi il suo impiego è più recente.

I francesi, per primi, hanno proposto trattamenti benessere, come i bagni nel mosto, per sfruttare le proprietà degli acini, ricchi di sostanze zuccherine, amminoacidi, vitamine e polifenoli, in grado di idratare la cute e di favorirne la rigenerazione.

Poi si è arrivati a utilizzare il vino all’interno delle formule: il succo d’uva, se fermentato, produce sostanze facilmente assimilabili.

uva

Dai suoi semi si ricava l’olio di vinaccioli, concentrato di vitamina F e acidi grassi polinsaturi, mentre gli zuccheri glucosio e mannosio garantiscono una buona idratazione.

L’estratto secco dei semi si trova negli integratori che favoriscono la circolazione sanguigna, alleviano i gonfiori alle gambe, combattono lo stress psicofisico e depurano il corpo.

Il succo, ad alto contenuto di "avonoidi, favorisce la produzione di collagene: bevuto lontano dai pasti, energizza, attiva il metabolismo e placa anche il senso di fame.

Infine, l’aceto di vino rivitalizza e lucida i capelli dopo lo shampoo.

Da fare

Per migliorare la circolazione delle gambe e attenuare gli inestetismi della cellulite, prepara questo scrub da usare una volta a settimana.

Versa in una ciotola due cucchiai di zucchero di canna, un cucchiaio di sale grosso, due cucchiai di olio di vinaccioli, cinque gocce di olio essenziale di cedro.

Mescola e massaggia sulla pelle bagnata con movimenti circolari dalle caviglie verso i glutei.

Risciacqua sotto la doccia.

uva

 

 Visita la pagina Instagram e il canale YouTube  di GIARDINOWEB.

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.