Sicuramente, se ancora non ci è stata regalata o, non l’abbiamo comprata per la nostra casa, la Stella di Natale farà parte del nostro decoro per le feste di Natale. Al momento dell’acquisto controlliamo il suo fogliame che sia di un verde intenso, le brattee ben colorate, e molte radici fini. Con questi criteri, è probabile che la tua stella di Natale conserverà tutto il suo splendore per le festività natalizie e anche per l’inizio dell’anno.

Vediamo ora alcuni problemi che potranno insorgere e cercare di risolverli. Se le foglie ingialliscono o cadono: la causa potrebbe essere o di un colpo d’aria freddo o troppa acqua. Facciamo sempre attenzione che l’acqua, al momento dell’annaffiatura, non sia fredda e che non ristagni nel sottovaso alla base della pianta. Temperature inferiori a 15 ° C e annaffiature troppo intense possono essere spesso sono le cause che potano la nostra Stella di Natale ad ammalarsi in maniera seria. Per il trasporto tra il negozio e la tua casa, assicurati che la pianta sia ben imballata e una volta a casa posizionala preferibilmente in una stanza con una temperatura ambiente compresa tra 15 e 22 ° C.
Va bagnata moderatamente con acqua tiepida ogni 2 giorni circa.

Foglie che cadono e bordi delle foglie che diventano marroni: un segno di siccità o mancanza di soluzione nutritiva.
Quando le radici della tua stella di Natale finiscono l’acqua, le foglie si abbassano leggermente. Un breve periodo senza acqua non ne altera in alcun modo la bellezza. Hai solo bisogno di annaffiarla di nuovo per riportare le sue foglie al loro splendore originale. Durante il suo periodo di fioritura, il fertilizzante non è necessario. Al contrario, dopo la fioritura, foglie pallide e un bordo brunito possono indicare la necessità di un concime. Quindi innaffialo una volta al mese con un concime specifico.

by: