Giardinoweb

Buongiorno cari amici!

Le Primule timidamente annunciano la primavera con il loro pallido giallo di fiori delicati ma, ovviamente le puoi trovare anche con colori più sgargianti.



Poche cose in primavera sono così deliziose come la semplice bellezza delle primule (Primula vulgaris), le possiamo incontrare sul ciglio della strada, a bordo del bosco o nei giardini. Queste graziose piante perenni producono i loro fiori da febbraio/marzo, e sono il

segno che la primavera sta prendendo piede. Nei vivai già possiamo trovarle pronte con i loro svariati colori per animare contenitori primaverili: viola intenso, rosa acceso e albicocca.

Le primule color albicocca ho notato che spesso hanno un delicatissimo profumo.

Queste primule discendono dalla Primula vulgaris, hanno colori variabili e spesso

petali a strisce ottenuti attraverso la selezione e l'allevamento con altre specie per creare Primula polianta.

Primula

Se preferisci un aspetto naturale, ovviamente ti consiglio la Primula vulgaris. Fiorisce  in ombra leggera, o sotto le chiome degli alberi decidui. Io ultimamente le ho accostate a delle primule dal colore rosa pastello o malva e devo dire che il risultato è un bellissimo display multi-colore.

Florence Bellis iniziò a ibridare le primule in America negli anni '30, i suoi raffinati risultati erano noti come gli ibridi Barnhaven. Era una bravissima pianista caduta in disgrazia, ma l’amore per queste piantine per lei era tutto. Si racconta che abbia speso i suoi ultimi cinque dollari per qualche pacchetto di semi di primula di Sutton dal catalogo di un amico inglese.

Negli anni '60, dopo la morte del marito inviò le sue piantine e semi di primule ad una coppia di suoi cari amici Jared e Sylvia Sinclair nel Lake District, con il messaggio "da tenere o buttare".

Fortunatamente, i Sinclair scelsero di mantenere le piante e continuarono il lavoro di ibridazione iniziato da Florence, producendo molti notevoli varietà che arrivano sino hai nostri giorni.

 

Primula

 

 

 

 Visita la nostra pagina Instagram e nostro canale youtube  di GIARDINOWEB.

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.