GiardinoWeb

La Pervinca non si può coltivare dappertutto, a caso. Il suo vero unico posto è nel giardino all'inglese, sotto gli alberi, a mezzo sole, come la si trova allo stato spontaneo sulle sponde dei fossi, nei boschi cedui, mentre si allunga verso le rocce o tra il muschio, sotto una folta macchia di cespugli spinosi. Una pianta umile, ma umile da humus: che nei nodi mette radici, e di lì si dirama, passa sotto le foglie, improvvisamente sbuca fuori, 10,20 cm più in là, formando a primavera un mazzo azzurro.

Profumo non ne ha, ma l'accompagna l'odore del bosco. Si dice comunemente "color Pervinca" e si dice molto male. In realtà il suo colore non è affatto costante: può variare da quello che noi chiamiamo Pervinca, un azzurro carico, fino a un celeste pallido ed esangue; può aggiungere da un lato al bianco, dall'altro a un rosso quasi vino. La differenza del colore resta un mistero e non dipende neppure dalla natura del terreno.

Comunque è raro trovare colonie di Pervinca in cui il colore non abbia una tonalità costante.

Il genere comprende circa 12 specie distribuite tra l'Europa, il bacino del Mediterraneo, l'Asia orientale e i tropici.

Pervinca

La Pervinca, nelle nostre zone, amano un terreno ricco ma ancor più che il terreno grasso, la terra di foglie unita a quelle del bosco da dove è stata tratta. La moltiplicazione, oltre che per talea, può essere ancora più agevolmente fatta prelevando dal terreno le marmotte naturali; cioè tagliando il ramoscello dietro il punto in cui ha radicato estraendo con cura le radici con il loro pane di terra, trapiantandole in un vasetto, o addirittura a dimora dove si vuole che la pianta moltiplichi.

La pervinca minor originaria dell'Europa, è una pianta perenne, sempre verde, strisciante, con piccole foglie ovali, opposte, coriacee. I rami corti portano i fiori, a cinque petali, i rami lunghi servono a diffondere la pianta, radicando con facilità in ogni punto.

Pervinca
Consigli
by:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *