Giardinoweb

Buongiorno cari amici da Andrea

Per oggi vi ho preparato una scheda per conoscere meglio i Peperoni!



Originario dell’America centro-meridionale, il peperone appartiene alla famiglia delle Solanaceae, la stessa di patate, pomodori e melanzane. Il nome deriva dal latino capsa, ovvero scatola, per la forma della sua bacca, simile a una scatola che contiene i semi.

Vi sono moltissime varietà selezionate di peperone, così come di peperoncini, dal gusto dolce, piccante o piccantissimo. Le forme sono diverse e a volte bizzarre: possono essere globose, allungate, coniche, squadrate e di varie dimensioni, così come i colori, dal giallo all’arancione, dal viola scuro al verde fino al rosso più o meno intenso.

È presente nella cucina di tutto il mondo, usato crudo, cotto o anche essiccato, come ad esempio il noto peperone crusco (in questo caso, avendo cura di scartare i semi contenuti all’interno).

Pur appartenendo allo stesso genere, il peperone si differenzia dal peperoncino perché non contiene la capsaicina, sostanza responsabile del gusto piccante.

Valutazione Nutrizionale

I peperoni fanno parte degli alimenti a maggior contenuto di vitamina C, superando di gran lunga gli agrumi. La vitamina C è un potente antiossidante che blocca l’azione dei radicali liberi e rallenta l’invecchiamento delle nostre cellule ed è essenziale per l’assorbimento del ferro, ma anche per la produzione di collagene: dona elasticità alla pelle e rinforza i vasi sanguigni.

I peperoni si distinguono per le forme e per i colori: i peperoni verdi sono quelli a minor contenuto di vitamina C e a maggior contenuto di clorofilla e rappresentano la forma immatura; i peperoni gialli hanno raggiunto la maturazione intermedia e sono maggiormente ricchi di vitamina K, mentre quelli rossi sono i peperoni maturi a maggior contenuto di vitamina C.

Il loro colore, inoltre, è legato alla presenza di altri due importanti antiossidanti, il betacarotene e il licopene, che proteggono la nostra pelle dai raggi solari.

L’abbinamento ideale per favorirne la digestione è con i cereali e con la carne bianca o il pesce.

 

Peperoni

 

La Coltivazione

Nell’orto domestico o in grandi vasi il peperone può essere coltivato essenzialmente nel periodo estivo. È consigliabile utilizzare piantine da mettere a dimora a maggio-giugno in terreno a medio impasto, permeabile, ben concimato e in posizione soleggiata.

La raccolta avviene due o tre mesi dopo il trapianto della giovane piantina. I peperoni di colore verde non sono una specifica varietà, ma semplicemente ancora immaturi: sono comunque ottimi da gustare se hanno raggiunto le dimensioni tipiche della varietà.

I peperoncini si raccolgono a maturazione a fine estate, quando le parti verdi della pianta saranno ormai quasi secche.

Possiamo accostarli, nell'orto, all'Aglio, carciofo, cavolo, lattuga, porro, finocchio.”

 

peperoni

 

 Visita la pagina Instagram e il canale YouTube  di GIARDINOWEB.

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.