Giardinoweb

Buongiorno cari amici da Andrea.

Le orchidee Phalaenopsis, conosciute anche come orchidee falena, sono rinomate per le loro spettacolari fioriture. Ma non fioriscono costantemente, entrando in una fase di riposo dopo aver terminato la fioritura.

 



I neofiti amanti delle orchidee, spesso  scambiano questo momento come la morte della pianta. E poiché crescono lentamente, oltre ad avere alcune particolarità che le rendono abbastanza diverse dalle altre piante d'appartamento comuni, molte persone tendono a rinunciare alla phalaenopsis perchè troppo difficile da coltivare.

Ma un'orchidea phalaenopsis sana vivrà per anni, fiorendo ancora e ancora, con le cure adeguate. Quindi, se hai un'orchidea che sembra svogliata a rifiorire ti consiglio di non mollare.

Questo articolo può aiutarti spiegandoti esattamente come far rifiorire la  phalaenopsis e ti guiderà attraverso alcuni passaggi pratici per incoraggiare la tua orchidea ad entrare nella sua fase di fioritura.

 

Orchidea

Il modo migliore per far rifiorire le orchidee phalaenopsis è iniziare a prepararle il prossimo ciclo di fioritura non appena hanno terminato con il precedente. Pertanto, il primo passo per il successo della rifioritura è comprendere il ciclo di fioritura dell'orchidea phalaenopsis.

In natura, le orchidee phalaenopsis fioriscono solitamente una volta all'anno. Le nuove spighe di fiori compaiono tipicamente nel tardo autunno e si allungano durante l'inverno, producendo fioriture a fine inverno o all'inizio della primavera che durano per mesi e mesi. E a volte, dopo che i fiori sono caduti, possono emergere alcune fioriture aggiuntive alla fine della spiga.

Una volta terminata la fioritura, la pianta va in un periodo di riposo durante il quale reintegra lentamente i nutrimenti che ha speso per produrre i fiori. Questo periodo di riposo e di crescita vegetativa di solito dura 6-9 mesi poiché la pianta sviluppa nuove radici e foglie prima dei giorni che si accorciano e le temperature notturne più fresche dell'autunno segnalano che è tempo di dare un'altra esplosione di raffinatezza floreale.

Quindi, ora che sai come appare il ciclo di fioritura dell'orchidea phalaenopsis, i prossimi passi che puoi fare per convincere la tua pianta a rifiorire è quella di  fornire le cure regolari di cui ha bisogno per crescere sana e forte, insieme a diverse azioni che dovresti eseguire al momento opportuno, volte, durante il ciclo di crescita, a incoraggiare la tua pianta a produrre quei fiori bellissimi.

Ci sono tre periodi cruciali e passaggi specifici che dovresti intraprendere durante questi periodi per convincere la tua orchidea a rifiorire:

  1. Quando la tua orchidea ha finito di fiorire, inizia a concimare, taglia leggermente la punta del fiore e fornisci alla pianta le condizioni ottimali per la crescita vegetativa.
  2. Dopo che una o due foglie si sono sviluppate, innesca la fioritura facendo sperimentare alla pianta un calo notturno della temperatura di circa 5,5 ° C per 2-4 settimane.
  3. Quando emerge una nuova spiga di fiori, riporta la pianta al suo normale ambiente di crescita e smetti di concimare.

Vi aspetto il prossimo lunedì e se avete domande in merito scrivete a:

Amate Orchidee

Info@giardinoweb.org

orchidea

 

 

 

 Visita la nostra pagina Instagram e nostro canale youtube  di GIARDINOWEB.

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.