Giardinoweb

Buongiorno cari amici!

La Sansevieria mi piace perché è di facile manutenzione e propagazione, ha poche esigenze, vuole solo una gran luce: perché cresca bene, infatti, va messa davanti a una finestra ma soprattutto trovo che sia una pianta moderna: al di là delle differenze tra le diverse specie e varietà, le foglie che puntano decise verso l'alto sembrano tante lance.

E questo suo aspetto rigido, oggi, in un momento in cui va di moda la casa minimalista o dalle suggestioni giapponesi, piace particolarmente.

Ciò che una volta era considerato un difetto, la sua staticità, oggi invece è apprezzato. E non è necessario essere patiti del Fengshui, basta cercare linee essenziali e pulite.

Il problema è come esaltare questa caratteristica.

Di solito noi cerchiamo di valorizzare una pianta «ripensando» il vaso in cui metterla.

Ci piace dentro contenitori a base quadrata, oppure sferici realizzati però in un materiale inconsueto per lo scopo, per esempio il vetro.

E se poi capita incidentalmente di rompere una foglia, non buttatela via: la si può sistemare, dentro un vaso trasparente riempito d'acqua oppure di lapillo vulcanico o ancora di frammenti di vetro colorati.

.

Sansevieria

Spontanea nei luoghi rocciosi e asciutti dell'Africa tropicale subtropicale, del Madagascar, India e Indonesia, la Sansevieria appartiene alla famiglia delle Agavacee.

Esposizione

Facile da coltivare predilige la luce piena.

Temperatura

Ha bisogno di una temperatura minima di 10 °C. Inverno sta bene in ambienti dove il termometro segni valori superiori a 20 °C d'estate tollera anche i 30 °C

Acqua e umidità

Resiste alle atmosfere secche dei locali riscaldati. Dalla primavera l'autunno va innaffiata ogni due settimane, facendo asciugare il pane di terra tra un'irrigazione l'altra; In inverno, una sola volta al mese.

Concimazione

Da marzo ad agosto, una volta al mese, le va somministrato un prodotto liquido, specifico per piante succulente, sciolto nell'acqua di irrigazione.

Propagazione

In primavera può venire riprodotta per divisione, tagliando il rizoma in vari pezzi. Ciascuno di questi, provvisto di foglie e radici, va inserito in un substrato umido e sabbioso, contenuto in un cassone da propagazione, alla temperatura di 21- 22 °C

 

Sansevieria

 

 

 

 Visita la nostra pagina Instagram e nostro canale youtube  di GIARDINOWEB.

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.