Giardinoweb

Buongiorno cari amici da Andrea

Proseguo il discorso delle"super bacche estive"parlandovi dell'olivello spinoso



Nella categoria delle superbacche troviamo anche l'olivello spinoso comune, Hippophaë rhamnoides, chiamato anche il limone del nord. Infatti, la piccola bacca d'arancia contiene più vitamina C di un limone intero.

L'olivello spinoso può essere trovato in molte zone costiere, dove puoi raccoglierlo liberamente. Ma c'è una nuova varietà sul mercato con bacche arancioni più grandi, quasi senza spine e che si diffonde meno dai germogli delle radici ed è quindi più facile da coltivare in giardino. Si chiama 'Sirola'.

L'olivello spinoso è un arbusto frugale e deciduo con un bel fogliame argenteo e rami con spine. L'arbusto cresce da uno a due metri di altezza, ma può svilupparsi in un albero di sei metri nelle giuste condizioni. Poiché l'olivello spinoso forma forti germogli di radici, può formare aree con una fitta macchia, cosa che spesso fa in natura. Vive in pieno sole in un terreno magro e sabbioso così come nel normale terreno del giardino, quindi tollera sia il sale che il vento.

 

Olivello

Le superbacche arancioni sono pronte per la raccolta da settembre all'autunno. A causa delle numerose spine, puoi tagliare i rami con le bacche aderenti, congelare tutto e dopo alcune ore staccare le bacche congelate dai rami. Oltre alle vitamine C, le bacche arancioni piuttosto aspre contengono anche le vitamine A, B ed E, quindi c'è molto da recuperare.

L'olivello spinoso è una pianta meravigliosa, poiché i suoi tuberi sono in grado di legare l'azoto libero dell'aria. Può quindi fertilizzare le piante che crescono intorno ad esso. La pianta produce sia fiori maschili che femminili garantendo così la produzione annuale delle bacche.

Buone varietà di olivello spinoso sono, come ho detto, la "Sirola", che però è una pianta femminile con bacche più grandi e meno spine.  Piantalo se necessario insieme alla pianta maschio "Polmix", "Frugana" o "Orange energy" .

Olivello

 

 Visita la pagina Instagram e il canale YouTube  di GIARDINOWEB.

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.