Giardinoweb
Trofie al pesto

Buongiorno care amiche e amici dalla vostra Antonietta.

Piatto unico vivace anche nell’aspetto, contiene fagiolini e patate oltre al basilico
ligure. La tradizione vuole che si usi il mortaio per pestare gli ingredienti


                 PROCEDIMENTO


Per prima cosa pulire le acciughe (alici),eliminando la testa e la lisca centrale; ricavarne i filetti, lavarli e dividerli a pezzetti.

Poi lavare le foglie di basilico, asciugarle delicatamente, metterle in un mortaio di marmo con il sale e iniziare a pestare; aggiungere i pinoli, l’aglio; schiacciare gli ingredienti con il pestello
contro le pareti del mortaio; aggiungere, poco alla volta, il formaggio grattugiato e, infine, versare lentamente l’olio di oliva in quantità sufficiente a ottenere una salsa morbida.

Nel frattempo, pulire i fagiolini e dividerli a pezzi di tre cm circa; sbucciare le patate, dividerle a
bastoncini e tenerli immersi in acqua fredda affinché non anneriscano.

In una padella antiaderente e spennellata d’olio, far rosolare i filetti di acciughe, per un minuto, dalle due parti; insaporirli con un pizzico di sale e pepe.

In una pentola portare a ebollizione abbondante acqua, salarla e farvi cuocere i fagiolini e le patate per qualche minuto, scolarli e tenerli da parte, farvi cuocere anche le trofie, aggiungere i fagiolini e le patate tenuti da parte, scolarle al dente e condirle subito con il pesto, mescolato con qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta; aggiungere infine i pezzetti d’acciughe.

Puoi mandarmi le tue ricette scrivendo a "Il giardino in cucina" info@giardinoweb.org

Segui la nostra nuova pagina e il canale

Giardino in cucina
Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.